testi per il web

Testi per il web: copywriting e comunicazione aziendale

Nell’epoca delle immagini, i testi sono i veri padroni della rete. Ecco come prepararsi e quali tecniche utilizzare per creare testi funzionali e creativi.

Nell’era digitale, caratterizzata dalla crescente predominanza delle immagini e dei contenuti visivi, spesso ci si dimentica del potere intrinseco dei testi. In realtà sono loro i veri pilastri della comunicazione aziendale sul web. Sono i veicoli che trasportano messaggi, esplorano e preparano narrazioni, trasmettono informazioni essenziali ai consumatori.

Questo articolo esplorerà l’importanza fondamentale dei testi nella comunicazione aziendale e come il copywriting per il web può aiutare a creare contenuti efficaci, che si distinguono in un mondo dominato dalle immagini.
Ma non è tutto. I testi per il web vanno oltre la semplice comunicazione; giocano un ruolo cruciale nell’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO).

ecommerce testi

La scelta delle parole giuste

Nel vasto panorama della comunicazione aziendale online, la selezione accurata dei set semantici – o dei gruppi di parole giuste – è fondamentale per stabilire una presenza distintiva. È il primo passo per creare una forte identità aziendale e una presenza costante dei visitatori su ogni sito web.

L’importanza delle parole chiave

Le parole chiave non sono solo termini casuali, ma rappresentano il cuore di un brand. Scegliere con cura i lemmi che ci rappresentano è un processo strategico che deve tener conto del tono aziendale, del settore in cui operiamo e del pubblico di destinazione. Queste parole rappresentano la nostra reale essenza, il DNA, il nostro set valoriale e di visione. Un vero tesoro!

Adattare le parole chiave

Le scelte di parole chiave possono variare ampiamente a seconda del settore. Nella moda, ad esempio, parole come “eleganza”, “stile”, “tendenze” e “timeless” potrebbero essere tra i lemmi principali, mentre nel design, termini come “innovazione”, “creatività” e “funzionalità” saranno quelli più utilizzati nei testi digitali delle aziende.

Ottimizzazione SEO

Nel secondo capitolo, esploreremo in dettaglio l’importanza dell’ottimizzazione SEO nei testi per il web e come questa pratica possa favorire una maggiore visibilità online.

L’importanza dell’ottimizzazione SEO

L’ottimizzazione SEO è un aspetto cruciale del copywriting per il web. Significa creare contenuti che siano fruibili per i motori di ricerca, per migliorare il posizionamento su Google e i suoi amici. Per approfondire l’argomento, ti suggerisco di rivedere il mio articolo precedente sul sito anitaponza.com

Ricorda che l’ottimizzazione SEO è un processo in continua evoluzione, e rimanere aggiornati sulle ultime tendenze è essenziale per il successo online.

kotler citazione

La creazione di testi persuasivi

Esistono nel copywriting delle speciali tecniche definite di persuasione, che si possono utilizzare per catturare l’attenzione del tuo pubblico e creare una connessione emotiva duratura tra il tuo brand e i consumatori.

Utilizzo delle “tecniche di persuasione” nei testi per il web

Le tecniche di persuasione rappresentano uno strumento cruciale nel copywriting per il web. Sono stratagemmi tecnici che includono l’utilizzo di elementi quali la scarsità, l’urgenza, la riprova sociale e la coerenza per convincere il target dell’unicità del tuo brand e dei suoi prodotti. Nel settore della moda, ad esempio, la creazione di un senso di esclusività può essere una strategia efficace per migliorare il posizionamento e per creare un’aura distintiva attorno al prodotto.

Creare una connessione emotiva tra brand e consumatori attraverso il copywriting

La creazione di una connessione emotiva è fondamentale per instaurare una relazione duratura tra il tuo brand e i consumatori. Nel settore della moda, del design e del lusso, questa connessione può essere particolarmente profonda. Ecco perché questa connessione è così importante:

  1. Fidelizzazione del cliente: quando i consumatori sviluppano un legame emotivo con un brand, diventano più fedeli. Sono più inclini a tornare per ulteriori acquisti e a mantenere una relazione a lungo termine con l’azienda. Questo porta a un flusso costante di entrate da parte di clienti affezionati.
  2. Differenziazione: nel mondo altamente competitivo della moda, del design e del lusso, la creazione di una connessione emotiva offre un vantaggio competitivo. I consumatori tendono a scegliere i brand con cui si sentono più in sintonia e con cui condividono valori e identità. Questo può aiutare il brand a distinguersi dalla concorrenza.
  3. Aumento del valore del cliente a lungo termine: i clienti che si sentono emotivamente connessi a un brand sono disposti a spendere di più e a investire di più nel tempo. Questo significa un valore a lungo termine più elevato per ciascun cliente, poiché continuano a supportare l’azienda e a effettuare acquisti ripetuti.
  4. Diffusione del passaparola: quando le persone si sentono emotivamente connesse a un brand, sono più propense a raccontare la loro esperienza positiva ad amici e parenti. Questo può portare a un effetto domino, aumentando la base di clienti e la popolarità del brand.
  5. Coinvolgimento del pubblico: la connessione emotiva incoraggia il coinvolgimento del pubblico. I clienti diventano ambasciatori del brand e partecipano attivamente attraverso commenti, condivisioni sui social media e partecipazione a eventi o iniziative promosse dall’azienda.
  6. Resilienza durante periodi difficili: In periodi di crisi o sfide, i brand con una forte connessione emotiva possono resistere meglio. I clienti fedeli sono più disposti a sostenere l’azienda in tempi difficili, riducendo l’impatto negativo delle fluttuazioni economiche o degli imprevisti.

Creare una connessione emotiva tra il brand e il non solo consolida una base di clienti fedeli ma anche contribuisce a una crescita sostenibile e alla costruzione di una reputazione positiva nel lungo periodo. Gli investimenti nella creazione di questa connessione sono spesso ampiamente ricompensati attraverso un aumento della lealtà dei clienti e un miglior posizionamento sul mercato.

ecommerce testi

La narrazione del brand

Si parla molto di storytelling o di narrazione del brand: questa tecnica di scrittura non riguarda solo ciò che vendi, ma anche il percorso emotivo e di azioni che vuoi far compiere al tuo pubblico. Questo capitolo illustrerà come utilizzare il copywriting per creare una narrativa coinvolgente sulla base delle tecniche dello storytelling.

Comunicare l’identità del brand

La narrazione del brand è uno strumento potente per comunicare l’identità del tuo brand. Deve trasmettere non solo ciò che fai, ma anche chi sei e cosa rappresenti. Nel settore della moda, del design e del lusso, l’identità del brand è spesso legata a valori come l’eleganza, l’innovazione, la creatività e l’esclusività. Il copywriting riesce a trasmettere in modo efficace questi valori, costruendo una connessione con il pubblico.

Raccontare storie coinvolgenti

Le storie sono un mezzo potente per coinvolgere il pubblico. Creare racconti che catturino l’immaginazione dei consumatori è una delle strategie vincenti nel marketing contemporaneo. Per il fashion, è facile pensare a storytelling di artigianalità, di ispirazioni che guidano una collezione, di percorsi creativi che portano alla realizzazione di capi unici o esclusivi. Ne vediamo moltissimi esempi sui social, che sono uno dei mezzi in cui la narrazione di marca viene utilizzata maggiormente.

moda

La coerenza nella comunicazione

La coerenza non riguarda solo ciò che dici, ma anche come lo dici e come lo presenti al tuo pubblico. Questo capitolo tratteggia come utilizzare il copywriting per mantenere una comunicazione aziendale coesa e autentica.

Mantenere un tono consistente

La coerenza nella comunicazione richiede un tono consistente in tutti i messaggi aziendali. Nel settore fashion, ad esempio, Hermes – brand noto la sua eleganza ed esclusività – sceglie un linguaggio volutamente semplice ed essenziale, con terminologie però raffinate e un delicato gioco di parole. Questo suo tono di voce è coerente in ogni riga della sua comunicazione, dal sito alle newsletter, fino ai social e alle piccole frasi che accompagnano i capi. L’uso sapiente del copywriting riesce a creare veri capolavori di raffinatezza, che riescono a tratteggiare un brand con coerenza e costanza, rafforzandone l’immagine.

Utilizzare uno stile di scrittura uniforme

Un altro aspetto della coerenza è l’utilizzo di uno stile di scrittura uniforme. Questo include la scelta dei lemmi da utilizzare, un’architettura ben ponderata delle frasi e una grammatica sempre coesa. Nel settore della moda, del design e del lusso, uno stile di scrittura accurato e sofisticato è spesso essenziale. Utilizzeremo il copywriting per assicurarci che ogni messaggio rispetti lo stile e la qualità attesi.

Allineamento tra canali di comunicazione

La coerenza va oltre i singoli messaggi: tutti i canali di comunicazione devono essere inclusi, dal sito ai social, fino all’advertising e alle newsletter. Questo garantisce che il pubblico riceva un messaggio uniforme ovunque interagisca con il brand. In qualsiasi settore, l’allineamento tra canali è cruciale per creare un’immagine forte e distinta, che emerga dal mare magnum dei competitor.

seth godin
seo copywriter

SEO copywriter freelance: testi perfetti per i motori di ricerca

Se il web è la nostra tela, il SEO copywriter ne è l’intrepido artista. Pennella contenuti con la passione di un artigiano, utilizzando come uniche armi a disposizione la tastiera e una potente preparazione tecnica, che gli permettono di rimbalzare con agio tra termini e sinonimi, trucchi per attirare l’attenzione e lampi creativi.

Ogni testo è un progetto su misura, per un pubblico non solo esigente ma sempre più targhettizzato. Per emergere nella massa di parole quotidianamente pubblicate, serve una cassetta degli attrezzi sempre pronta all’azione: in questo articolo scopriremo come creare contenuti che si adattino perfettamente ad ogni cliente, pensati per il mondo digitale e con un taglio specifico al mondo della moda e del lusso.

L’arte di farsi vedere online

Per comprendere meglio l’importanza del SEO copywriter, proviamo ad entrare nel cuore della SEO, per capire quanto e come i tuoi contenuti possano influire sulla visibilità online.

SEO: come essere rilevanti online

La SEO, acronimo di Search Engine Optimization, è l’insieme di strategie e tecniche utilizzate per migliorare la visibilità e la posizione di un sito web o di un contenuto nelle pagine dei motori di ricerca. È facile comprenderne l’importanza, pensando che ogni minuto Google riceve 5,7 milioni di richieste di query! Essere trovati online è la vera sfida per chiunque abbia un business, di prodotti o di servizi.
Senza la SEO, i nostri contenuti finirebbero in fondo alla Fossa delle Marianne del web, in un buio totale. Oblio e inutilità. Ma come fare a comparire tra i primi risultati delle serp? 

La SEO comprende un insieme di tecniche, ognuna delle quali ha il suo ruolo nel puzzle dell’ottimizzazione. Tra le principali:

  1. Ricerca delle parole chiave: Questo è il punto di partenza. Consiste nell’identificare le parole e le frasi che il tuo pubblico utilizza per cercare informazioni relative al tuo settore o ai tuoi contenuti.
  2. Ottimizzazione on-page: Questa tecnica riguarda l’ottimizzazione dei contenuti all’interno del tuo sito web. Include l’uso strategico delle parole chiave nei titoli, nei sottotitoli e nel testo, oltre a una struttura e una formattazione ben definite.
  3. Link building: Questa tecnica mira a ottenere link da altri siti web di qualità che puntano al tuo. I motori di ricerca considerano questi link come voti di fiducia, aumentando così la tua autorità online.
  4. Ottimizzazione tecnica: Questo aspetto riguarda l’ottimizzazione tecnica del tuo sito web, compreso il caricamento veloce delle pagine, la corretta struttura del sito e la compatibilità con i dispositivi mobili.
  5. Contenuti di qualità: La creazione di contenuti informativi, utili e di alta qualità è fondamentale per attirare e coinvolgere il tuo pubblico. Può includere articoli, guide, video e altro.
  6. Analisi e monitoraggio: la SEO richiede un costante monitoraggio delle performance e delle metriche del sito per apportare miglioramenti o correzioni. Strumenti come Google Analytics sono essenziali a questo scopo.
seo copywriting 1

Scrivere all’altezza delle aspettative dei motori di ricerca

La danza delle parole chiave: trovare e usare parole chiave efficaci

La ricerca delle parole chiave è il punto di partenza per una creazione di testi che portino al successo. È come scegliere la brugola giusta: se è della dimensione sbagliata, per quanto sforzo facciamo, non riusciremo mai ad aggiustare nulla. Ma come si fa questa ricerca in modo efficace?

La ricerca delle parole chiave è una vera e propria scienza e si basa su un’analisi di dati. Per fortuna, ci sono strumenti appositamente progettati per semplificare la ricerca delle parole chiave più pertinenti e rilevanti per ciascun business. Uno dei più noti è il Google Keyword Planner, che ti consente di scoprire il volume di ricerca e la concorrenza per diverse keyword. Puoi anche esplorare le “ricerche correlate” che ti suggerisce, per ottenere ulteriori idee. Ma ce ne sono molti altri, gratuiti e a pagamento. Ne elenco qui sotto i principali attualmente disponibili:

Ricorda che l’obiettivo non è solo trovare le parole chiave più popolari ma anche quelle più rilevanti per il tuo pubblico e la tua nicchia di mercato. Se non hai familiarità con gli strumenti digitali o non hai tempo per dedicarti a studiare i principi della SEO ti suggerisco di rivolgerti a specialisti del settore: con un investimento contenuto avrai a disposizione tutte le keyword necessarie ad ottimizzare il tuo sito, con le indicazioni di metriche aggiornate e tanti altri suggerimenti che solo chi macina dati ogni giorno riesce ad evidenziare.

L’arte della selezione

Una volta raccolta la tua serie di potenziali parole chiave, è tempo di selezionare quelle più adatte ai tuoi contenuti. Qui entrano in gioco equilibrio e strategia, per trovare un corretto equilibrio tra il volume di ricerca (quante persone cercano quella parola chiave) e la competizione (quante altre pagine stanno cercando di classificarsi per la stessa parola chiave).

La ricerca delle parole chiave è un passaggio cruciale nella creazione di contenuti SEO efficaci. Usando gli strumenti giusti e seguendo una strategia oculata, potrai posizionarti in modo strategico nel grande universo del web.

che copy

Il lato umano della SEO: coinvolgere e fidelizzare

Il potere delle storie: raccontare con eleganza


Nel mondo della SEO, il copywriting va oltre la semplice ottimizzazione per i motori di ricerca. Si tratta di coinvolgere il pubblico attraverso la potenza delle storie raccontate con eleganza. Le narrazioni coinvolgenti sono un mezzo straordinario per stabilire una connessione profonda con l’audience e lasciare un’impronta duratura nella mente dei lettori.

Le storie sono veicoli potenti per trasmettere messaggi, emozioni e concetti complessi. Quando scrivi contenuti SEO puoi sfruttarne il potere per creare un’esperienza coinvolgente per il tuo pubblico.

Ma come si racconta con eleganza? L’arte del copywriting SEO sta nell’equilibrio tra la tecnica e la creatività. Devi essere in grado di selezionare le parole giuste, quelle che catturano l’immaginazione e creano un’immagine vivida nella mente del lettore. Ecco alcuni suggerimenti:

  1. Immagini vivide: utilizza descrizioni dettagliate e parole evocative, per per dipingere immagini vivide nella mente dei tuoi lettori. Questo è particolarmente efficace nel settore della moda e del lusso, dove la visualizzazione è fondamentale.
  2. Emozioni autentiche: le storie coinvolgenti evocano emozioni autentiche. Parla di passione, desiderio, gioia, bellezza, volontà di emergere o invidia, giocando con lo spettro più ampio delle emozioni che si adattano al tuo contenuto. Il pubblico deve sentirsi connesso a livello emotivo.
  3. Personaggi coinvolgenti: introduci personaggi intriganti nei tuoi racconti, dal creatore di gioielli al designer, fino al manager appassionato. Fai emergere le loro personalità e le loro storie.
  4. Mistero e curiosità: utilizza l’elemento del mistero per mantenere il pubblico coinvolto. Incoraggia la curiosità, spingendo i lettori a volerne sapere di più.
  5. Eleganza nella scrittura: la scelta delle parole è di importanza fondamentale. Se scrivi di moda o design il linguaggio è la tua arma vincente. Terminologie raffinate, elegante, le metafore o le similitudini aggiungono un tocco di classe ai tuoi contenuti.
seo article

Call to Action (CTA) persuasive e brevi

Un elemento cruciale del copywriting SEO efficace è la creazione di Call to Action (CTA) che siano brevi ma altamente efficaci. Le CTA sono il ponte tra un contenuto coinvolgente e l’azione desiderata, come un acquisto, una registrazione o una condivisione.

Per creare CTA funzionali ed eleganti possiamo tenere conto di queste indicazioni:

  1. Usa un linguaggio persuasivo, che inciti all’azione senza essere invadente. Evita frasi dirette come “Acquista ora!” e preferisci approcci più delicati come “Scopri di più” o “Esplora la collezione.”
  2. Messaggio chiaro e diretto: nonostante la brevità, il messaggio deve essere chiaro e diretto. Il lettore deve capire immediatamente cosa ci si aspetta da lui. Ad esempio, se stai promuovendo una nuova collezione di moda, un CTA come “Scopri la nuova collezione” è breve ma inequivocabile.
  3. Benefici in evidenza: metti in risalto i benefici che il lettore otterrà seguendo il CTA. Ad esempio, “Unisciti a noi per accesso esclusivo alle offerte speciali” mette in evidenza il vantaggio per il lettore.
  4. Design accattivante: il design della CTA è importante. Deve essere visivamente attraente e ben posizionato all’interno del contenuto, in modo da catturare l’attenzione senza interrompere la lettura.
  5. Personalizzazione: utilizza la personalizzazione quando possibile. Ad esempio, “Benvenuto, [Nome del Lettore], esplora la nostra selezione esclusiva” crea un’esperienza più coinvolgente.
  6. Feedback visivo: assicurati che la CTA cambi visivamente quando il mouse si avvicina o ci passa sopra. Questo effetto può indicare chiaramente che il CTA è interattivo.

L’obiettivo è creare CTA che siano persuasive e invitino l’azione in modo discreto e raffinato. Questo approccio è particolarmente rilevante nel settore della moda e del lusso, dove l’immagine e lo stile sono di primaria importanza.

Nel mondo del copywriting SEO, la creazione di un network di link di alta qualità e il coinvolgimento dell’audience attraverso i social media sono strategie fondamentali. I backlink rappresentano un voto di fiducia da parte di altri siti web, mentre le condivisioni social diffondono i tuoi contenuti a un pubblico più ampio.

I backlink da siti autorevoli e rilevanti sono una parte essenziale della SEO. Ma come ottenerli nel settore della moda e del lusso? Una strategia efficace consiste nel creare contenuti di alta qualità che siano degni di citazione da parte di altri siti. Puoi anche collaborare con influencer del settore per ottenere link autorevoli. Inoltre, assicurati di rispettare le linee guida etiche della SEO e di evitare pratiche di link building non etiche.

I social sono il luogo ideale per coinvolgere il pubblico nel settore della moda. Crea contenuti interessanti e visivamente accattivanti che incoraggino la condivisione. Utilizza le piattaforme social per interagire con i tuoi follower, rispondendo alle domande e creando una comunità attiva.

analisi

Ottimizzazione tecnica del tuo sito web: la chiave per l’eccellenza

L’ottimizzazione tecnica del tuo sito web è il fondamento su cui poggiano tutte le tue iniziative di copywriting SEO. Un sito ben strutturato e tecnicamente efficiente è essenziale per garantire un’esperienza impeccabile. Questo comprende una velocità di caricamento delle pagine fulminea, una struttura chiara e intuitiva del sito e la piena compatibilità con i dispositivi mobili.

Perché è importante? I motori di ricerca premiano i siti web che offrono un’esperienza utente di alta qualità. I siti veloci, ben organizzati e facilmente navigabili ottengono un punteggio più alto nelle classifiche di ricerca. Inoltre, nel settore della moda e del lusso, l’aspetto visuale e la fruibilità del sito sono cruciali. Un sito web che carica rapidamente e si adatta perfettamente a schermi di diverse dimensioni è un vantaggio competitivo.

Se sei un copy e la parte più tecnica del sito ti è oscura, rivolgiti ad un tecnico professionista: se l’estetica è fondamentale, l’ottimizzazione tecnica è la chiave per l’eccellenza online.

Analisi e monitoraggio: l’occhio vigile della tua strategia SEO

Nel mondo sempre mutevole della SEO, l’analisi e il monitoraggio costanti sono come un faro che guida la tua strategia. La SEO richiede un approccio dinamico in cui le performance e le metriche del sito sono scrutinati attentamente per apportare miglioramenti e correzioni in tempo reale. Strumenti come Google Analytics diventano tuoi alleati indispensabili in questa impresa.

Ma perché è così cruciale? L’analisi e il monitoraggio regolari consentono di:

  • Valutare l’efficacia: confrontando i dati delle performance con gli obiettivi prefissati, puoi valutare quanto bene stia funzionando la tua strategia. Questo ti permette di identificare ciò che sta dando i migliori risultati e ciò che potrebbe richiedere ulteriori miglioramenti.
  • Rilevare i cambiamenti: il mondo della SEO è in costante evoluzione. Algoritmi dei motori di ricerca, tendenze del settore e comportamenti degli utenti cambiano. Monitorando costantemente le metriche, puoi individuare rapidamente qualsiasi cambiamento e adattare la tua strategia di conseguenza.
  • Identificare opportunità: l’analisi dei dati può rivelare opportunità inaspettate. Potresti scoprire che alcune parole chiave o contenuti generano un interesse crescente, aprendo la strada a nuove strategie o focus.

Google Analytics è uno strumento potente che fornisce un quadro completo delle attività del tuo sito web. Puoi tracciare il traffico, le conversioni, il comportamento degli utenti e molto altro. Con questi dati a disposizione, puoi prendere decisioni informate per migliorare la tua strategia di copywriting SEO.

il copy

Il mondo del copywriting SEO nel settore della moda e del lusso è una danza sofisticata tra creatività e strategia. Creare contenuti coinvolgenti richiede una profonda comprensione delle parole chiave, una efficacia compatta nelle CTA e una padronanza delle tecniche di ottimizzazione. Unite ad una corretta valutazione delle metriche e delle funzionalità tecniche del sito.

Sfilata Dior 2023

Chi è e cosa fa il copywriter specializzato nel lusso

Le competenze di un copywriter, la preparazione di uno specialista del lusso: un mix scoppiettante di marketing e paillette.

Mi sono data un titolo difficile questa volta: definire chi è un copywriter oggi è davvero un’impresa non semplice, e farlo aggiungendo a fianco la parola lusso risulta ancora più complesso. Possiamo restringere il campo dicendo che il copywriter è quel professionista dedicato alla scrittura, sia essa per l’advertising offline o online, sia per tutti i media digitali che necessitano di contenuti: dai siti ai blog, dai social alle newsletter fino ad arrivare agli e-commerce.

Il copywriter si dedica con grande flessibilità e pazienza al suo ruolo, passando leggero sopra alla confusione di competenze e proiettato con serenità a interpretare – con i termini più appropriati – l’identità di un brand, qualsiasi sia il brief da risolvere.

Valentino haute couture
Sfilata Valentino haute couture 2023

Io, una copywriter che ama il lusso

Per quanto mi riguarda, occuparsi dei testi digitali come copywriter lusso è un sorprendente equilibrio tra il mio passato, il mio presente e un pizzico di futuro. Ho respirato lusso per tanti anni, in azienda; ho ammirato, invidiato, guardato con gli occhi a cuore tanti abiti e accessori che toccavo con mano lieve come per timore di spezzare un incantesimo. Il mio amore per la moda si rivela essere più una passione per una forma d’arte, di artigianalità altissima, più che il gioco delle tendenze stagionali dal sapore commerciale-vendita-fast fashion.

Sarò anche obsoleta, ma quando vedo alcune sfilate di haute couture non posso che incantarmi beata, ammirando le ore di lavorazione, le dita magiche delle prémiere, il cuore grande di chi dedica intere settimane ad un pezzo unico, fatto più di poesia che di tessuto.

Ricami Dior
Ricami sfilata Dior 2022

Competenze tecniche e dettagli pratici

Specializzarsi è importante

Impossibile scrivere di qualcosa di così specifico senza avere una preparazione più che seria: per fare i copywriter del lusso, bisogna saperlo riconoscere, capire, raccontare ed esaltare. Questo include la storia della moda e del design di lusso, le tendenze attuali e passate e una comprensione delle differenze tra i vari brand e i loro mondi. Saper riconoscere e descrivere le caratteristiche dei materiali pregiati o l’esclusività di alcune lavorazioni è parte integrande della professionalità

Conoscenza approfondita del settore

Bisogna essere parte della dinamica delle collezioni per poter svelare come e dove l’architettura di una sfilata prende forma, quali sono i ruoli e i tempi delle diverse figure, cosa cambia tra prototipi e campionari, tra creatività haute couture e collezioni pret-à-porter. Insomma vivere dentro il cuore pulsante del business è un requisito fondamentale per poter esprimere al meglio il valore di un prodotto.

E ovviamente, possedere uno spiccato senso estetico che possa guidare come un faro nel mare magnum delle parole. Perché la stessa bellezza che gli occhi vedono nelle immagini, deve essere trasmessa ad un testo e percepita dal cuore.

Dior
Sfilata Dior 2023

Parole, lingue, stile

Ogni brand ha il suo tono di voce, un’identità verbale e una personalità cui attenersi con attenzione. Per quanto riguarda il lusso, i testi creati dai copywriter devono seguire regole precise ma super flessibili.
Ai termini e alle espressioni che ogni brand non vuole vengano utilizzati – perché considerati lontani dalla propria esperienza – spesso si affiancano parole da inserire nei testi proprio per definire una perfetta coerenza con il resto della comunicazione. Via libera quindi alla creatività, alle figure retoriche e a giochi di parole che esaltano la bellezza. Ma dentro regole ferree su quantità e qualità dei lemmi.

Il lusso parla una lingua tutta sua. Inglesismi e francesismi sono ammessi con grazia e parsimonia: nel lusso essere stranieri o utilizzare con familiarità più di una lingua è considerato totalmente chic, quindi apprezzato. Il copywriter si può allora divertire con allitterazioni e giochi di senso che l’italiano non possiede, per titoli ad effetto che mescolano più di un linguaggio.

Capacità di adattamento e aggiornamento

Il settore del lusso è in continua evoluzione, quindi è fondamentale che il copywriter rimanga aggiornato sulle ultime tendenze e innovazioni. Questo include non solo la moda e il design, ma anche le strategie di marketing, le tecnologie emergenti nel settore e i cambiamenti nei gusti e nelle preferenze dei consumatori. Dall’intelligenza artificiale alla sostenibilità, dalle nuove tecnologie allo sviluppo di filati speciali, non si può presentarsi impreparati ai blocchi di partenza della moda e del lusso.

Ricami
Artigianalità e lusso: i ricami a mano

Strategie di marketing e branding per il lusso: il tocco del copywriter

L’arte della narrazione

Nel regno scintillante del lusso, creare una narrazione non è semplicemente raccontare una storia: è l’arte di tessere un’esperienza sensoriale attraverso frasi e parole scelte con cura. Non faremo solo descrizioni di prodotti ma creazioni di emozioni, trasmissioni di esperienze, sogni, promesse di esclusività. Questa narrazione è essenziale per creare un legame emotivo con il cliente, elevando il prodotto da oggetto a simbolo di uno stile di vita aspirazionale.

Personalizzazione ed esclusività

Il lusso vive di unicità. Personalizzazione ed esclusività sono i due pilastri su cui si fonda ogni percezione del lusso. I testi devono trasmettere questa esclusività, utilizzando un linguaggio che non sia solo descrittivo ma comunichi la ricchezza dell’esperienza che si va ad offrire. Parole distillate possono evocare un senso di appartenenza a un gruppo esclusivo, riservato a coloro che non solo desiderano il meglio ma anche qualcosa di unico.

Il linguaggio visivo e sensoriale

In un mondo dove l’immagine è sovrana, il copywriting per il lusso deve parlare anche ai sensi. Descrivere un prodotto in termini di sensazioni, odori, texture e colori crea un’immagine vivida nella mente del consumatore. Parole che evocano la morbidezza della seta, la rifrazione infinita della luce in una pietra o il touch ricco di una pelle pregiata possono trasformare un testo in una vera esperienza sensoriale.

lusso dior
Sfilata Dior 2017

La coerenza del brand

Nel lusso, la coerenza del brand è vitale. Ogni frase, ogni parola scelta, deve riflettere e rafforzare l’identità del brand. Il tono, lo stile e il vocabolario devono essere in perfetta armonia con l’immagine del brand, mantenendo un equilibrio tra tradizione e innovazione, tra classico e moderno, tra riservatezza e appariscenza.

L’influenza dei Social Media

Nell’era digitale, i social media giocano un ruolo cruciale nel marketing, del lusso come di ogni altro prodotto. Il copywriter deve sapere come adattare la voce del brand ai diversi canali, mantenendone vivida l‘aura di esclusività ed eleganza, adottando un approccio che risuoni armoniosamente con il pubblico di ogni piattaforma. La sfida è mantenere l’aura di prestigio pur rimanendo accessibili e coinvolgenti.

Un’Arte Sartoriale

Il copywriting nel settore del lusso è un’arte sartoriale, che richiede una profonda comprensione del brand, un acuto senso estetico e la capacità di raccontare storie che catturino l’immaginazione del pubblico. È il fil rouge che unisce il cliente al mondo del lusso, rendendo ogni prodotto non solo un acquisto, ma un’esperienza indimenticabile.

Se sei un manager che cerca un copywriter specializzato nel lusso o nella moda, contattami. Possiamo valutare insieme quali sono le necessità della tua azienda e trovare le strategie migliori per rendere unica la tua comunicazione.

Clicca sul pulsante qui sotto per contattarmi o chiedere un preventivo.

linkedin b2b

Miniguida: come creare contenuti per Linkedin

Come creare contenuti interessanti ed attirare i tuoi prospect su Linkedin.

L’utilizzo dei social prevede una strategia di marketing adeguata. Se anche tu, come me, hai capito che per il tuo lavoro i social servono a poco, tranne Linkedin, allora questo è il post per te.

Perchè Linkedin?

Il primo passo di una corretta strategia è creare delle ‘buyer personas‘. Nel mio caso, ma sono in buona compagnia, il mio target non è un consumatore qualunque, ma è un consumatore business. Quindi devo operare nel B2B. Offro servizi alle aziende, come per altro 550 milioni di professionisti iscritti a Linkedin nel mondo! E’ fondamentale capire come utilizzare Linkedin per fare lead generation, cioè social selling e trovare così nuovi clienti o potenziali tali.

“Fare networking non significa fare fredde telefonate a degli sconosciuti. In realtà chi ti può aiutare veramente sono le persone che già hanno una forte fiducia in te e che sanno che sei un lavoratore intelligente e appassionato.” Reid Hoffman

Iniziamo dal profilo.

Per fare content marketing su Linkedin dobbiamo avere la camicia pulita, cioè il nostro profilo in ordine. Già fatto? Foto chiara e professionale ma con personalità, descrizione reale e vissuta delle proprie esperienze, evitando di copiare più o meno i contenuti del curriculum e le frasi fatte. Cercate di renderlo completo, chiaro, con un tono di voce che descriva chi siete veramente, come affrontate la professione, trasmettendo la passione per ciò che fate – e quindi offrite. Chi ci trova deve poter capire che sei tu il professionista giusto che risolverà i suoi problemi.
Una volta che hai studiato un minimo il funzionamento di LinkedIn e che hai dato una sistemata al tuo profilo, puoi cominciare a fare content marketing sulla piattaforma. Già, ma come? Ecco la mia miniguida.

Metti in mostra la tua personalità.

Su LinkedIn le pagine aziendali non funzionano molto bene, così come i gruppi. A funzionare bene sono invece i profili personali. Perché? Anche se ci troviamo sulla piattaforma professionale numero uno al mondo, i professionisti che usano LinkedIn sono prima di tutto persone. E vogliono relazionarsi con altre persone. Quindi spontaneità! Presentati come sei, pregi e difetti, niente frasi fatte, niente toni da cattedratico. Vince l’empatia, il cuore, la passione. Mostrati essere umano, fai vedere che sei nel quotidiano. Piace il professionista genuino che sa relazionarsi con le persone. Tu lo sei, mostralo.

 

linkedin content mkt

Utilizza immagini interessanti ed esteticamente belle.

Non solo per la cover ed il profilo, ma soprattutto per i contenuti dei post. La scelta delle immagini su tutti i social è cruciale, attirano l’attenzione, coinvolgono. Anche i post di testo, dove vuoi raccontare qualcosa di più della tua attività, possono essere corredati da immagini.

Valori e professionalità

I contenuti possono essere originali, creati da te, o semplicemente condivisi (tattica del content curation). In entrambi i casi il contenuto che proponi deve essere pertinente, interessante, utile. I valori che offri o che mostri o che condividi servono a farti percepire come esperto, come ‘produttore di valore’. Ed attira maggiore attenzione.

Continuità.

La autorevolezza che può arrivarti dal marketing dei contenuti si ottiene solo con costanza e continuità. La impennata improvvisa non rende concreti i risultati, ma ‘gutta cavat lapidem‘. Non solo sui social. Quindi prepara un piano editoriale, una strategia, un calendario o ciò che preferisci, ma preparati a pubblicare non necessariamente tutti i giorni ma sicuramente con continuità. La credibilità si costruisce nel tempo, e saranno necessari mesi e forse anni per farsi considerare un professionista esperto – quindi più interessante rispetto ad altri. Concordo che è molto faticoso, ma è l’unico modo per ottenere attenzione e soprattutto per farsi contattare.

linkedin network

Sii sincero, non temere di esprimere le tue idee.

Il dubbio è in ognuno di noi: e se quello che scrivo non interessa a nessuno? Se è banale, inutile? Se ciò che affermo non trova condivisione ma anzi indifferenza? La soluzione è essere sinceri e … provare! Se davvero sei il professionista che sai di essere, non hai da temere la concorrenza o il giudizio. Siamo tutti diversi, siamo tanti sulla rete, il business è grande quanto il mercato. Presentati senza timori.

Genera network, dialoga con altri utenti.

La comunicazione più efficace ed interessante è quella che coinvolge più individui. Serve il confronto, lo scambio di idee, il commento. Si portano valori, si partecipa. Si è attivi e disponibili. Cerca un contatto con gli utenti che ti leggono ma anche con quelli che segui. Devi crearti una rete, inizia dai piccoli passi, commenta e segnala, le relazioni che crei sono ponti per il futuro.

Racconta.

Ultimamente sto scoprendo tantissimi commenti sui post di solo testo. Storytelling puro. E pare che abbiano un grandissimo successo, che portino a risultati eccellenti. E che i riscontri più interessanti arrivino da quei post in cui si raccontano le proprie esperienze, la propia attività. Insomma quando ci si mette in prima persona. Allora raccontati, senza timori, racconta ciò che fai, ciò che ti accade. Sarà senz’altro più interessante che fredde guide su come utilizzare Linkedin …

linkedin content makt

no budget

No budget? Miniguida di attività a costo zero.

Quanti sono gli imprenditori che vorrebbero comunicare bene ma non hanno budget?

Non è la prima volta che incontro aziende od imprenditori che apprezzano la comunicazione e la mia offerta di servizi, ma non se li possono permettere. No budget è una parola comunissima, una situazione esistenziale, un input che ormai sono abituata a gestire. Piccole aziende, negozianti, artigiani avrebbero enormi vantaggi da un’utilizzo corretto della comunicazione ma spesso non vanno oltre alla verifica del preventivo.

Quando un imprenditore si rende conto di dover evolvere, di aver bisogno di comunicare, di entrare nel mondo digitale, di essere carente in contenuti di qualità che potrebbero aumentare il network e migliorare le performance di vendita, ma non si può permettere una consulenza adeguata, può tentare la strada dell’autonomia.
Ecco cinque attività semplici che possono essere svolte con un minimo di buona volontà, tempo ed abilità.

nobudget

Sono un freelance comprensivo. Forse troppo.

Il freelance – o almeno io lo sono – è costantemente sbilanciato tra l’essere pagato poco e il troppo poco. Al momento della stesura o peggio ancora della presentazione del preventivo mi sento sempre in colpa. Lo so, non sono la sola. Questa caratteristica ha un nome e Annamaria Testa l’aveva ben ispezionata in un articolo sul suo blog, l’ha chiamato la sindrome dell’impostore. Mi ci ritrovo completamente dentro, ma non ho ancora trovato la via d’uscita.

Dicevo, eccoci al momento della presentazione – o dell’invio – del preventivo e sua discussione.
Attimo di imbarazzo, parole difficili, risposte tentennanti. Un rifiuto è sempre un rifiuto, ma un freelance deve avere corazze rinforzate per poter sopravvivere. Sotto la corazza però c’è un cuore, che pulsa forte quando davanti a sè trova un imprenditore che davvero, davvero, apprezza. Davvero, capisce. E davvero non può permettersi di lavorare con te. Ok, ecco che la corazza si crepa e ne escono i consigli qui sotto, utili e semplici, spontanei.

Soprattutto gratuiti.

1. Ti servono contenuti

Molte attività sono stagionali, non si è sempre di corsa per 14 ore al giorno. Ci sono anche i momenti di calma piatta da affrontare. Occorre sfruttare il tempo libero per identificare i contenuti interessanti – per la tua attività o il tuo settore – da pubblicare sui social aziendali o sul sito o blog. Analizza il tuo pubblico, capisci chi è e cosa cerca, quali social utilizza. E da lì inizia a fare una lista – basta anche un pezzo di carta! – dei contenuti da sviluppare nel tempo. Se hai dei collaboratori, coinvolgili! Non c’è nulla di più apprezzato che essere parte di un processo. Porta ad un miglioramento delle relazioni, maggior affezione alla professione, comprensione ed empatia. Inoltre i tuoi collaboratori potrebbero aiutarti con idee e spunti!

Cosa devi cercare

no budget contentTutte cose facili: una immagine del tuo ultimo prodotto se produci beni o una buona galleria di immagini a zero budget da recuperare online che possa servirti ad illustrare i tuoi concetti. Magari anche una foto di te, del tuo spazio od ufficio, gruppo di lavoro, stabilimento, macchinari. Là fuori è pieno di gente curiosa, che non sa cosa fai. Cerca di spiegarglielo al meglio, con immagini semplici e chiare.

Cerca chi parla la tua lingua, chi lavora nello stesso settore, testate giornalistiche online, blog, forum. Indaga e cerca tutto ciò che ti può servire da spunto, creando una cartella di materiale a cui attingere o a cui fare riferimento.

Non dimenticare eventi e fiere cui partecipi, che visiti o cui vorresti partecipare. A volte è interessante anche scrivere in generale del tuo settore e degli aggiornamenti da seguire per restare al passo con le ultime novità, non serve parlare solo di te.

Se riuscirai a dedicare quotidianamente del tempo a questa attività ti troverai con contenuti pronti e qualificati nel giro di poche settimane. Chi si dedica a questo lavoro crea contenuti tutti i giorni, anche più al giorno. Sta a te trovare l’equilibrio che sta bene a te ed alle tue necessità.

2. Rendi partecipe il pubblico

Se hai già dei clienti acquisiti, coinvolgili! Sarà più facile avere interazione, commenti, feedback, creare attività di engagement. Invitali a rispondere ai tuoi post su Facebook, chiedi loro di mandarti le foto dei tuoi prodotti in casa loro, di darti commenti, testimonianze. Nella rete si parla di User Generated Content, quando sono i tuoi utenti a creare da sè contenuti validi al tuo brand. Ovviamente dipende dal tipo di prodotto che vendi, se si tratta di sciarpe chiedi loro di mandarti una foto con la tua sciarpa indossata e crea un concorso ‘look del mese’, con un piccolo premio. Anche in questo caso il budget sarà irrisorio.

3. Pubblica offerte sulla Pagina Facebook

no budget fbLa tua pagina Facebook può essere sfruttata in maniera molto estesa per ottenere visibilità e per spingere le tue vendite. E’ uno strumento ottimo per le attività locali, che potranno attirare nuovi consumatori in negozio o verso la piattaforma e-commerce. Tra le diverse possibilità che la tua pagina offre, c’è quella di creare un’offerta, uno sconto od una promozione. E’ estremamente semplice, basta cliccare sull’apposito tasto e seguire le indicazioni fornite direttamente dalla piattaforma.

4. Trova i tuoi influencer

Nel tuo network hai sicuramente alcune amicizie o conoscenze che ti possono aiutare, diventando influencer a tuo pro. Di cosa sto parlando? Di persone comuni che hanno acquisito autorevolezza e credibilità nella loro rete sociali, divenendo così in grado di influenzare i comportamenti di amici, parenti, conoscenti, follower.
Sta a te individuarli e coinvolgerli nella tua attività online, magari con proposte di collaborazione o scambio merci/servizi. Sempre zero budget.

5. Ascolta ed analizza

I principali social hanno gruppi di utenti che li frequentano perchè hanno gli stessi interessi o perchè appartengono a categorie professionali simili. E’ importante trovare i gruppi del tuo settore, entrarci ed ascoltare quello che lì accade. E’ fondamentale per avere il polso di ciò che sta accadendo, per cogliere per primo le tendenze, i linguaggi, i cambiamenti, i desideri.

Le community sono importanti per raccogliere ed analizzare informazioni utili all’attività aziendale, nonchè per costruire una rete di relazioni che può diventare preziosa in futuro.

Quindi, caro imprenditore a zero budget, c’è da lavorare!

Non è ironia gratuita, è solo per far capire che il mio preventivo – si, quello dell’inizio dell’articolo, che non sei riuscito a vidimare perchè lo ritenevi un investimento troppo oneroso – era calcolato sulla base di un lavoro complesso che va affrontato con metodo. Un professionista va remunerato correttamente, perchè ha investito sulla sua preparazione per poterti offrire strategie ed execution ottimali.
Ma se in questo momento non ti puoi permettere una collaborazione, prova a seguire questi 5 punti, vedrai che con un po’ di pazienza ed applicazione otterrai i tuoi piccoli risultati.